Questa proposta di viaggio può essere personalizzata, in base alla tua disponibilità di tempo e in base ai tuoi interessi
Contattateci
Chiedete un preventivo
I viaggi in  Namibia


Il fascino della Namibia tra passato e presente

19 Giorni - 18 Notti
Windhoek / Oanob Dam / Fossile Mesosaurus / Fish River Canyon / Orange River / Dusiwib Castle / Namib Desert / Swakopmund / Cape Cross e il cratere Messum / Spitzkoppe / Damaraland / Massiccio del Grootberg / Etosha National Park / Windhoek
Circuito in self drive, per il quale l'utilizzo di un veicolo 4x4 è raccomandato per poter scoprire agevolmente alcuni tra i più sconosciuti ed allo stesso tempo più affascinati luoghi della Namibia: il fossile del dinosauro Mesosaurus, il "Cervino" namibiano dello Spitzkoppe, il paesaggio spettrale della Skeleton Coast, le statue di roccia del cratere Messum e gli elusivi elefanti del deserto nei pressi del massiccio del Grootberg.
Tipo di viaggio: Individuale, partenze giornaliere
Costo per persona: a partire da € 4.010,00
Validità tariffa: 01 Novembre 2016 - 31 Ottobre 2017, esclusi periodi di media ed alta stagione
Il costo include:
  • Assistenza all' arrivo con guida parlante italiano e consegna dei documenti di viaggio in originale in lingua inglese; spiegazione dettagliata del viaggio
  • Noleggio auto Budget cat. S tipo Nissan X-Trail 2x4 o similare con assicurazione "All Inclusive Cover"
  • Sistemazione in camera doppia standard negli alberghi indicati con prime colazioni ovunque tranne a Orange River dove il trattamento è di solo pernottamento; cena inclusa a Hoodia Lodge, Sossusvlei Dune Lodge e Dolomite Camp; pensione completa ed attività incluse a Etendeka
  • Assistenza telefonica in italiano disponibile 7gg 24h

    Voli internazionali per raggiungere la Namibia esclusi

     

1° Windhoek
Dopo l'arrivo in aeroporto si procede per Windhoek, la capitale della Namibia. Pernottamento nei pressi del "city-centre".

2° Windhoek - Oanob Dam
Partenza per l' Oanob Dam, situato a non più di due ore da Windhoek. Presso il Lake Oanob Lodge, oltre al piacere della natura circostante, é possibile effettuare una grande varietà di attività: foto-safari, pesca, mini-crociere e canoa.

3° Oanob Dam - Mesosaurus Fossil site
In questa mattinata si viaggerà verso sud, in direzione delle infinite piane punteggiate da colline di dolerite ricoperte di vegetazione che si è ben adattata al deserto. Il soggiorno avverrà in un luogo ricco di contrasti e di diversità, dove la storia è chiaramente scritta su di una meravigliosa formazione rocciosa. Il Mesosaurus è probabilmente uno degli esempi più convincenti che riconfermano la "teoria dei continenti", poichè lo stesso fossile è presente anche in Sudamerica.

4° Mesosaurus Fossil site - Fish River Canyon
Dopo la colazione, il viaggio prosegue verso il magnifico Fish River Canyon, secondo al mondo per dimensioni. Resto della giornata a disposizione per il relax o per effettuare escursioni facoltative, tra le quali non può mancare la visita del Canyon.

5° Fish River Canyon - Orange River
Si procede per la magnifica e scenografica strada che costeggia l' Orange River, che delimita il confine naturale tra la Namibia ed il Sudafrica. Qui si trova l' arido paesaggio desertico e la sistemazione sorge sulle rive del fiume Orange, con una magnifica vista sulla vegetazione lussurreggiante e sul corsi d' acqua.

6° Orange River
Intera giornata a disposizione; molto affascinate l' escursione in canoa della durata di una giornata.

7° Orange River - Duwisib Castle (Maltahohe Area)
Seguendo il corso del fiume Orange, si viaggia lungo il confine dello Sperrgebiet National Park, attraverso il deserto che contiene la più grande biodiversità del mondo. Oltre 6000 differenti specie di piante sono state trovate in questi luoghi che, durante la stagione delle piogge, sbocciano e riempiono di colori le piane sconfinate. Qui sorge un enigmatico castello, costruito da un nomile tedesco, il Barone von Wolf, in onore della sua sposa americana all' inizio del ventesimo secolo. Esplorare il castello e i suoi dintorni a piedi sarà un' esperienza surreale.

8° Duwisib Castle - Namib Desert
Dopo la colazione, il viaggio prosegue per il Deserto del Namib. E' suggerita la sosta al Sesriem Canyon , profondo circa 30 metri e formatosi grazie all' erosione del fiume Tsauchab.

9° Namib Desert
Sveglia all' alba e partenza per l' area di Sossusvlei. Spettacolare è lo scenario della volta celeste prima che il sole sorga e particolarmente suggestivo il paesaggio delle dune con la luce dell'alba
Dopo aver scalato a piedi una delle maestose dune, è consigliata la visita alla Dead Vlei, la "Valle della morte". Si tratta di una depressione caratterizzata da un suolo di sabbia bianca, simile a Sossusvlei. In passato Dead Vlei era un'oasi di acacie; in seguito, il fiume che alimentava l'oasi mutò il proprio corso a causa del movimento delle dune. A questa storia si deve l'elemento più caratteristico ovvero un grande numero di alberi morti di acacia, che hanno assunto col tempo un colore molto scuro che contrasta col bianco del suolo e l'arancione delle dune. Sebbene meno frequentato di Sossusvlei in quanto meno facilmente raggiungibile, Dead Vlei è un altro luogo molto fotografato.

10° Namib Desert - Swakopmund
Si prosegue verso nord attraverso la Welwitschia Plain, dove é possibile osseervare l'omonima pianta secolare che incredibilmente sopravvive in un ambiente così arido grazie alle lievi nebbie del mattino e ricavando acqua dal sottosuolo. Passaggio dalla Moon Valley, così definita per il paesaggio lunare, e arrivo a Swakopmund. Questa città, dalle architetture tipicamente bavaresi, si trova a metà tra il caldo Deserto del Namib e le fredde acque dell' Oceano Atlantico. E' possibile prenotare una o più delle diverse escursioni proposte tra cui voli scenici lungo la costa, uscite in barca, tour in jeep 4x4 alla spettacolare Sandwich Harbour e avventure in quad bike.

11° Swakopmund - Cape Cross ed il Cratere Messum
Partenza per Cape Cross, che dista solo 2 ore lungo la strada che costeggia l' Oceano Atlantico. Durante il tragitto sarà possibile scorgere nelle acque i relitti di vecchie imbarcazioni, rimasti incagliati nella sabbia: da questo punto ha inizio la parte più spettrale della cosiddetta Skeleton Coast, nota per essere particolarmente inospitale e difficile da raggiungere; verso l'interno il deserto si estende per decine di chilometri e dal mare è difficile avvicinarsi a causa delle forti onde causate dalla corrente del Benguela. Per questi motivi la costa era chiamata "la terra che Dio ha creato con rabbia" dai boscimani, e "le sabbie dell'Inferno" dai portoghesi. Il nome odierno si riferisce agli innumerevoli relitti abbandonati lungo la costa: in tutto se ne contano oltre un migliaio; fra i più celebri ci sono quelli delle navi Eduard Bohlen, Otavi, Dunedin Star e Tong Taw. Si procede direttamente per il Brandberg, la montagna più alta della Namibia, lungo il corso del fiume Messum. Qui si resterà colpiti dalla particolarità della geologia del cratere, che scolpisce le pareti del fiume creando spettacolari formazioni rocciose. Rientro a Cape Cross.

12° Cape Cross
Intera giornata a disposizione per la visita della cittadina di Cape Cross, che ospita inoltre una colonia di circa 100 000 otarie del Capo.

13° Cape Cross - Spitzkoppe
Lasciando la costa oceanica ci si dirige a Spitzkoppe, un massiccio granitico che appartiene alla catena montuosa Inselberg, chiamato anche come "il monte Cervino" della Namibia. Per i più appassionati sarà possibile organizzare la scalata della vetta, da cui si apre la vista sul Deserto.Sulle rocce è altresì possibile trovare le incisioni rupestri realizzate dal popolo boscimane.

14° Spitzkoppe - Damaraland (Usakos Area)
L' itinerario si spinge all' interno della Namibia per raggiungere il luogo dove si trova uno degli esempi di arte rupestre più conosciuto, ovvero quello di Twyfelfontein. Si tratta di una vera e propria galleria d' arte a cielo aperto, che ospita oltre 2.500 tra incisioni e disegni creati dai boscimani nel corso dei secoli.

15° Damaraland - Massiccio del Grootberg
Prosegue la scoperta della regione fino ad arrivare in un luogo dove la suggestione è più unica che rara. Etendeka è una concessione privata che si estende per oltre 500 chilometri ai piedi del Massiccio del Grootberg, che si trova in uno scenario magnifico tra le antiche colate laviche del nord del Damaraland. Qui la roccia basaltica è stata lentamente erosa nel corso dei millenni , lasciando massi sparsi fra le piatte montagne Uno dei primi "veri" campi di safari in Namibia, Etendeka è stato aperto intorno al 1993, è relativamente semplice per gli standard dei moderni campi di safari, ma qui è possibile avvistare gli elusivi elefanti del deserto, insieme a zebre,giraffe, orici, rinoceronti neri e springbok, in un luogo primordiale molto ambito soprattutto da biologi, naturalisti ed astronomi.

16° Massiccio del Grootberg - Etosha National Park
Prosecuzione per l' Etosha National Park, a cui si accede attraverso l'ingresso occidentale, di recente apertura.

17° Etosha National Park
Intera giornata di fotosafari a bordo del proprio veicolo all' interno del parco, che ospita centinaia di specie animali. Una moltitudine di pozze d' acqua, che formano il cosiddetto Etosha Pan
favorisce la presenza di oltre 110 differenti specie di animali ed oltre 300 specie di uccelli.

18° Etosha National Park - Windhoek
Rientro a Windhoek, dove l' arrivo è previsto nel tardo pomeriggio. Lungo il tragitto è suggerita una sosta a Ohakandja per una visita del mercato dove si trovano oggetti dell' artigianato locale.

19° Windhoek
Trasferimento per l' aeroporto e riconsegna dell' auto; imbarco per il volo di rientro in Italia oppure per altre destinazioni dell'Africa Australe o dell'Oceano Indiano.



Stampa viaggio