Questa proposta di viaggio può essere personalizzata, in base alla tua disponibilità di tempo e in base ai tuoi interessi
Contattateci
Chiedete un preventivo
I viaggi nell'  India segreta


India del passato, India del presente

13 giorni/12 notti
Delhi / Agra / Jaipur / Ahmedabad / Mumbai
Templi, antichi palazzi, tradizioni millenarie, villaggi remoti dove la vita scorre lenta..... ma non solo. L'India del 21° secolo é anche e molto altro: una crescita economica sopra il 5%, una vita culturale vivace, gallerie d'arte di livello internazionale, architetti e design che esportano idee in tutto il mondo, nuove generazioni di artisti e, perché no, shopping centre luccicanti.
Questo percorso è stato studiato per poter offrire un  continuo passaggio fra l'India del passato e l'India attuale, alla scoperta  di diversi mondi, che spesso convivono e altrettanto spesso confliggono. Un itinerario che si snoda fra Delhi e Mumbai, passando da Agra, Jaipur e Ahmedabad e che permette ai viaggiatori di scoprire i luoghi della tradizione, ma anche i fermenti culturali, artistici, architettonici della nuova India.
Le sistemazioni alberghiere sono previste in boutique hotel di charme tradizionale come a Jaipur e Ahmedabad o contemporaneo come a Delhi e Mumbai; verranno inoltre suggerite ulteriori visite e informazioni relative a ristoranti e punti di ritrovo dove passare le serate.
Tipo di viaggio: Viaggio individuale, partenze giornaliere
Costo per persona: su richiesta

1° Delhi
Arrivo a Delhi e trasferimento in albergo.

2° Delhi
Inizio della visita della città con il Forte Rosso (dall’esterno), simbolo del potere dell’impero Moghul dal 1639 al 1857 e la Jama Masjid, la più grande moschea del paese, situata a lato di un'enorme piazza che può ospitare fino a 25.000 persone durante le celebrazioni principali.
Passeggiata a Kinar Bazaar, un mercato dove si può trovare l’indispensabile per festeggiare matrimoni o altre ricorrenze importanti come  abiti da cerimonia e decorazioni;  visita  del principale e più antico tempio jaina della città Sri Digambar Jain Lal Mandir. La mattinata prosegue fra le stradine e le case tradizionali di Khari Baoli, la parte dedicata alla vendita delle spezie nel grande mercato di Chandi Chowk, da scoprire  spostandosi in rickshaw da una strada all'altra. Si consiglia la sosta per il pranzo in uno dei ristoranti  di Old Delhi.
Dopo il pranzo, con un breve viaggio nella nuova  metropolitana della città, ci si sposta a Connaught Place, considerato il centro della città, per una passeggiata nei dintorni, e successivamente al grande e maestoso tempio Sikh Gurudwara Bangal Sahib.  Volendo la giornata si può concludere a Shahpur Jat, un villaggio urbano a South Delhi, con le rovine di un vecchio forte ma ora noto principalmente per le molte boutique con creazioni di moda e di design contemporaneo.

3° Delhi
In mattinata visita alla Tomba di Humayun, meraviglioso esempio dell'architettura Moghul e considerata fonte di ispirazione per la costruzione del Taj Mahal; proseguimento per Rajpath, l’arteria centrale di Delhi su cui si affacciano gli edifici del periodo coloniale britannico progettati dall’architetto Edwin Lutyes e da Sir Herbert Baker a partire dal 1931.
Sosta a Lajpat Nagar Market, dove si trova veramente di tutto, e a Lodhi Gardens, una vasta area verde creata fin dal quindicesimo secolo dove si trovano le tombe di alcuni degli imperatori Moghul,  ora anche un piacevole luogo di ritrovo di giovani e joggers. Si può poi procedere al vicino Khan Market, uno dei luoghi più trendy dove fare acquisti, con numerose boutique esclusive, caffè alla moda e ristoranti, e  concludere la giornata all'India Habitat Centre, un vivace centro sito nel cuore di Delhi che ospita regolarmente eventi culturali come concerti di musica classica, rappresentazioni teatrali e mostre d'arte.

4° Delhi
La giornata inizia  con la visita del Qutub Minar, il minareto più alto d'India e uno dei più importanti simboli di Delhi, edificato nel 12° secolo e protetto dall'Unesco e prosegue con il Lotus Temple, uno dei templi moderni di Delhi, edificato nel 1986 dai seguaci della dottrina Bhai con la caratteristica forma del fiore di loto dai seguaci della dottrina Bhai; il fiore del loto simboleggia l’armonia fra le diverse religioni che utilizzano spesso questa immagine nelle proprie decorazioni: induismo, buddhismo, jainismo e islam.
Tempo a disposizione per una sosta in uno dei mall di Delhi: Select City Walk, nel distretto Saket, un grande shopping centre  che ospita anche appartamenti, uffici e spazi pubblici. Nel pomeriggio vista  del Kiran Nadar Museum of Art, inaugurato nel 2010 dove sono esposte opere di artisti indiani moderni e contemporanei.

5° Delhi - Agra
Trasferimento ad Agra  utilizzando l'autostrada Yamuna  Expressway, uno dei successi delle infrastrutture dell'India moderna oppure il treno veloce Shatabadi Express, che  collega le due città in poco più di due ore.
Dopo aver raggiunto Agra, sistemazione in albergo; visita della tomba di Itmad-ud-Daulah, conosciuta anche come “il piccolo Taj Mahal”,  e del Forte Rosso, sfarzosa cittadella fortificata costruita dall'imperatore  Akbar nel sedicesimo secolo. Infine visita di Chini Ka Rauza, un monumento funerario dedicato a Allama Afzal Khan Mullah, poeta e studioso che fu primo ministro  dell’imperatore Moghul Shah Jahan.
Per chi lo  desidera, possibilità  di assistere a uno spettacolo teatrale, dedicato, nella città del Taj Mahal,  alla saga d’amore fra  l’imperatore Sha Jahan e la sua sposa  Mumtaz Mahal

6° Agra -  Fatehpursikri - Jaipur
Nelle prime ore del mattino, con la luce dell’alba, visita a quello che è il più celebre simbolo dell'India nella rappresentazione popolare, il Taj Mahal l'imponente mausoleo in marmo bianco voluto dall'imperatore Shah Jahan per commemorare la moglie e divenuto ora un simbolo dell'amore. Proseguimento  per  Fatehpur Sikri, antica capitale dell'impero Moghul  fondata da Akbar nel sedicesimo secolo, abbandonata pochi anni dopo la sua fondazione, probabilmente per la scarsità d'acqua. Fatehpur Sikri è una cittadella che racchiude edifici, palazzi ed una moschea realizzati in pietra arenaria rossa, in ottimo stato di conservazione. All'arrivo sistemazione in albergo.

7° Jaipur
Visita al City Palace, un tempo la reggia del Maharaja di Jaipur che ora ospita diversi musei. Vicino alla reggia si trova il Jantar Mantar, osservatorio astronomico costruito dal Maharajah di Jaipur nel diciottesimo secolo. In seguito ci si sposta al Hawa Mahal, Il Palazzo del Vento, che ha una struttura a nido d'ape con 953 finestre e una intricata intelaiatura sulla facciata. Se il tempo a disposizione lo permette, passeggiata nel bazar della città. Si consiglia poi di esplorare il lavoro degli artigiani che producono i caratteristici braccialetti in legno di Jaipur.
La giornata  può proseguire con la visita di due gallerie d’arte, Artchill e Nidhi Art Gallery, entrambe molto conosciute per  opere di artisti contemporanei, oppure  con un classico afternoon tea al Rambagh Palace, costruito nel 1925 per ospitare la residenza del marajà di Jaipur. E' stato il primo dei palazzi di questo tipo ad essere trasformato in albergo, nel 1957; un vero capolavoro architettonico, rappresenta una superba combinazione degli stili Moghul e Rajput, con una fuga di porticati, giardini con fontane e con tutta l'imponenza di un antico palazzo.Infine, in serata, possibilità di assistere a uno dei classici film bollywoodiani al Raj Mandir Cinema, un famoso locale dall’insolita forma a meringa,  che può ospitare fino a 1200 persone: un’esperienza da non perdere!

8° Jaipur
In mattinata visita al Forte di Amber, situato sulla cima di una collina fuori dalla città. La sua architettura è composta da un misto di elementi Moghul e Rajput, e contiene edifici ora protetti dall’Unesco;  si raggiunge ancora in groppa agli elefanti che percorrono lentamente la strada in salita fino al portale di ingresso. Ci si sposta poi all'Anokhi Museum, dedicato alla collezione di tessuti stampati a mano e alla preservazione di questa forma artistica; visita dei monumenti funebri di Gaitor,  dedicati ad alcuni dei maharaja ella città, con monumenti in marmo finemente cesellati.
Si visita poi la Jawahar Kala Kendra, un'istituzione dedicata alla conservazione dell'arte e cultura del Rajasthan, che organizza eventi come recital musicali, performance di danza e mostre d'arte; il centro è stato progettato da Charles Correa, uno dei più importanti architetti indiani.
Tempo a disposizione per una passeggiata nei bazar della città vecchia.

9° Jaipur – Ahmedabad
Partenza in aereo per Ahmedabad, la capitale dello stato del Gujarat; sistemazione in albergo e  visita dell'Indian Institutes of Management, progettato nel 1961 dall'architetto  Louis Khan, con  grandi spazi aperti che facilitano l'interazione fra studenti e visitatori e con un design che vuole rappresentare l'equilibrio fra la modernità e la tradizione; si potrà notare anche che il logo dell'istituto è tratto dall'intricato disegno jali che caratterizza la moschea Sidi Sayed.
Si prosegue poi per Amdavad ni Gufa, una particolare galleria d’arte progettata dall’architetto Balkrishna Vithaldas Dosh per l’esposizione delle opere dell’artista indiano M F Hussain; l’unicità di questa galleria sta nella sua costruzione sotto terra con tetti a forma di cupola, alcuni decorati da  mosaici.
Nel tardo pomeriggio visita guidata a piedi della parte più antica della città, attraverso stradine, case decorate e monumenti.

10° Ahmedabad
Visita del Gandhi Ashram a Sabarmati,  l'ashram permette ai visitatori un'immersione completa nel mondo e nel pensiero di Gandhi, attraverso la collezione di libri, manoscritti, fotografie  raccolti nel luogo dove il Mahatma visse per dodici anni e dove presero forma le prime marce non violente contro la dominazione britannica dell’India. Proseguimento verso il Swami Narayan Temple, uno dei principali della città  molto frequentato dai fedeli  di Ahmedabad.
Nel pomeriggio visita dell’Asal organic store, un interessante centro dove è possibile acquistare prodotti organici e artigianato proveniente dalle diverse regioni dell’India.

11°Ahmedabad – Mumbai
Partenza in aereo per Mumbai; all'arrivo trasferimento in albergo e, nel pomeriggio, visita alla National Gallery of Modern Art per una delle più interessanti collezioni indiane di arte moderna, che comprende  dipinti e sculture di artisti indiani. Nel tardo pomeriggio visita guidata a piedi che inizia dal Gateway of India, imponente struttura costruita in riva al mare per celebrare l'arrivo del Re d'Inghilterra Giorgio V in India  nel 1911, e prosegue  per Kala Ghoda, il più importante quartiere artistico della città; la passeggiata si conclude nella zona del Forte, il cuore della città nel 18° secolo e ora animata zona  dove si trovano edifici e istituzioni importanti come l’Asiatic Society e la Cattedrale di St. Thomas.

12° Mumbai
In mattinata possibilità di imparare tutto sull’intricato sistema  di recapito dei pasti preparati  nelle case per essere poi consumati nei luoghi di lavoro. La consegna, come molti hanno già avuto la possibilità di apprendere con il film “Lunchbox”  di Ritesh Batra,  avviene  grazie al lavoro dei dabbawalla che si spostano in città utilizzando biciclette, treni e altri mezzi locali e che puntualmente riportano al luogo di partenza i contenitori svuotati dal cibo, dopo il pasto.
Passeggiata per Kala Ghoda, con molti edifici in stile neogotico, la sinagoga, musei, gallerie, boutique e ristoranti, molti dei quali situati in palazzi storici, dove sarà interessante osservare  da vicino le opere di design contemporaneo e visitare la Jehangir Art Gallery, una delle più importanti e antiche della città.

13° Mumbai - destinazione successiva
Trasferimento in aeroporto per il volo di rientro o proseguimento del viaggio.



Stampa viaggio